Viventi, erano viventi e non viventi col metodo Montessori

Viventi, erano viventi e non viventi col metodo Montessori

1,00 IVA inclusa

Viventi, erano viventi e non viventi: carte illustrate, definizioni e liste di controllo per le presentazioni e gli esercizi sul tema in due versioni: in una le illustrazioni sono accompagnate dal nome, nell’altra ci sono solo le illustrazioni. Nel prezzo sono compresi i due materiali.

Descrizione

Viventi, erano viventi e non viventi: carte illustrate, definizioni e liste di controllo per le presentazioni e gli esercizi sul tema in due versioni: in una le illustrazioni sono accompagnate dal nome, nell’altra ci sono solo le illustrazioni.

Le illustrazioni comprendono:
– VIVENTI : elefante, ape, granchio, giunchiglie, melo, passero, corallo, medusa, pesce,  salamandra,  cane, lombrico, pappagallo, spugna di mare, stella marina,  serpente, delfino, rana, gallina, topo, coccinella, esseri umani, pinguino, quercia da sughero,  ornitorinco, cactus, fungo, albero, orso, soffione, anatra.
– NON VIVENTI: mongolfiera, guanti, barca, fuoco, scarpa, spugna, costruzioni, sasso, lampadina, sole, compact disc, sedia, pioggia, orologio, latte, violino, frullatore, stalattiti, automobile, forchetta, carrello, palla, anello, casa, ruota, ventilatore, forbici, martello, bicicletta, nuvole, televisore, vaso, cristalli.
– ERANO VIVENTI: mele disidratate, uvetta, fiori secchi, noce di cocco, fossili di trilobiti, fossile di pesce, peperoni secchi, tronco d’albero abbattuto, foglia secca, dente di squalo, piselli in scatola, bracciale di corallo, lavanda secca, minestrone surgelato, tonno in scatola, pistacchi, olive conservate, tappi di sughero, sardine in scatola, prosciutto, scheletro di dinosauro, caviale, alga nori, ortaggi, pepe in grani, salmone affumicato.

Le definizioni riguardano:
– Respirazione: Il processo che consiste nello scambiare gas con l’ambiente. Tutti i viventi respirano. Gli animali assumono ossigeno, lo utilizzano nelle loro cellule e rilasciano anidride carbonica come prodotto di scarto della fotosintesi. Le piante assumono l’anidride carbonica da utilizzare nella fotosintesi e quindi rilasciare l’ossigeno come prodotto di scarto.
– Nutrizione: Tutti i viventi hanno bisogno dell’energia che viene dal cibo per far funzionare le loro cellule. Le piante producono il loro cibo, la linfa, al loro interno. Gli animali usano fonti di cibo esterne.
– Sensibilità: I viventi hanno organi di senso o altre strutture che consentono loro di rispondere all’ambiente (cambiamenti di luce, temperatura ecc.)
– Riproduzione: Tutti i viventi possono riprodursi, cioè creare altri organismi simili a sé. La riproduzione è possibile perché i geni trasmettono le loro caratteristiche.
Movimento: In tutti i viventi si verificano movimenti interni (le sostanze possono muoversi all’interno dei loro corpi) e la maggior parte di essi hanno anche movimenti esterni: possono cambiare o posizione spostandosi camminando, strisciando, nuotando o volando .
– Escrezione: I viventi producono materiale di scarto che può essere di vario genere, Di solito è un sottoprodotto del processo di alimentazione o della trasformazione dell’energia.
– Crescita: I viventi crescono utilizzando l’energia che ricavano dal cibo. Le loro cellule si dividono creando nuove cellule.

Presentazioni ed esercizi qui: Viventi e non viventi col metodo Montessori.