In questa guida parleremo di alcuni tra i finanziamenti oggi più gettonati e preferiti da molte persone, vale a dire i prestiti ipotecari. Il prestito ipotecario è una formula di finanziamento che fa parte della categoria dei prestiti personali di tipo non finalizzato, vale a dire un finanziamento in cui il denaro non è vincolato all’acquisto di un bene o di un servizio specifico e in cui quindi il denaro può essere utilizzato quindi liberamente in base alle proprie esigenze e alle proprie preferenze personali. Si tratta di forme di credito che sono pensate appositamente per i soggetti privati e che non comportano l’obbligo di spiegare le motivazioni per cui è stato richiesto il credito oppure anche sul modo in cui si intende gestirlo, in base alle spese che si intendono affrontare, vale a dire quindi le proprie intenzioni di spesa.

Informazioni sui prestiti ipotecari

Per la concessione dei prestiti ipotecari il richiedente deve dimostrare il possesso di garanzie reali, più nel dettaglio delle ipoteche poste su un bene immobile oppure anche ad esempio su un bene mobile registrato di cui si possiede la titolarità. È prevista quindi la dimostrazione del possesso di un bene che viene messo ad ipoteca e che funge in questo modo da garanzia per poter ottenere il credito richiesto da parte di una banca o di una finanziaria. In questa maniera il finanziatore ovvero il creditore avrà la possibilità di tutelarsi maggiormente dal punto di vista economico e potrai quindi godere di alcuni vantaggi, soprattutto ad esempio in riferimento alla certezza che la somma di denaro che ha erogato gli verrà rimborsata in modo regolare e puntuale.

Il fatto di porre un’ipoteca su un bene mobile o immobile di valore rappresenta infatti una tutela economica per banche e finanziarie eroganti, dal momento che possono avvalersi sull’ipoteca posta su questo bene in caso di insolvenza del debitore del prestito, e ha così la facoltà di vendere il bene, potendo così ottenere indietro la somma di denaro che in precedenza ha concesso in prestito. È possibile in questo modo anche arrivare a ottenere delle cifre di denaro abbastanza elevate e significative, che si possono rimborsare in un periodo di tempo abbastanza lungo.

Tramite questo tipo di soluzione di credito si può arrivare a percepire una cifra di denaro anche abbastanza significativa, che di solito non va oltre i €50000, mentre per ciò che concerne la durata del rimborso del prestito ipotecario, di solito deve avvenire entro un lasso temporale che va da cinque a venticinque anni al massimo, in base alla somma di denaro richiesta e alle condizioni previste dalle banche e dalle singole finanziarie.

Quali sono le principali caratteristiche del prestito ipotecario?

I prestiti ipotecari di sono dei finanziamenti nei quali è prevista la dimostrazione di una garanzia che va a vantaggio del creditore, ovvero di chi finanzia la somma di denaro a favore di un soggetto debitore richiedente. Occorre inoltre anche tenere in considerazione la sottoscrizione dell’ipoteca di un bene immobile che prevede l’iscrizione presso i pubblici registri immobiliari del luogo in cui si trova il bene. L’ipoteca inoltre risulta efficace dopo che sono passati dieci giorni dalla sua iscrizione e la banca o l’istituto di credito tuttavia ha la facoltà di erogare la somma di denaro richiesta in prestito anche prima di questo preciso lasso di tempo, ovvero del cosiddetto periodo di consolidamento.

Tieni conto del fatto che l’ipoteca ha una durata di solito ventennale e deve essere rinnovata, da parte del soggetto creditore, se ad esempio il prestito presenta una lunghezza maggiore. I suoi effetti terminano invece nel caso in cui il debito venga estinto da parte del soggetto debitore, ovvero quando viene versata anche l’ultima rata del piano di ammortamento previsto per i prestiti con ipoteca.